Print this page

Andrea Terenziani

"I lavori dell’Artista trasportano in una dimensione irreale in cui la disciplina della forma si coniuga con la suggestione del sogno, gesto e materia si fondono e si confondono dando corpo e vita a città e paesaggi che emergono dalla memoria dell’Anima. Da una parte la materia, guardiano delle memorie dell’Anima su cui si sviluppa una tecnica raffinata e inusuale, un mezzo pittorico che mantiene la brillantezza dei colori nei secoli, in cui le cere incorporano resine e pigmenti rari a creare effetti materici e di luci contrasto, lavorati con stratificazioni, incisioni, fino a rasentare la scultura, la materia diviene dimensione plastica, scultorea. Dall’altra la ieraticità delle città, colossali eppure leggere, sospese nello spazio interdimensionale in un equilibrio che su nulla poggia. Sono Dimore dell’Anima che transitano dinamiche e ben rappresentano ciò che è necessario ad ognuno per vivere oggi in un mondo da percepire, pieno di connessioni, di progetti, di idee e di sogni, dove gli ancoraggi forzati sono sempre più spesso limiti insostenibili ed ogni controllo è superfluo. Sono un luogo privilegiato e incorrittibile in cui si possiede il diritto e il dono dalla serenità, in cui ogni azione incide beneficamente e, trasgredendo la tentazione del dolore, si risana nella sua forza".

Andrea Terenziani è nato a Parma nel 1965, abita e lavora in città. Ha avviato e conduce un’attività di lavorazione di resine impiegate nell’edilizia e nell’arredamento, si è affermato sul mercato anche per i sorprendenti risultati creativi e artistici.
Debutta nel 2001 partecipando ad Artisti in fiera a Parma e sin dagli esordi si appassiona a una rappresentazione intima e materica del tema della città e del paesaggio.Ha esposto in mostre personali e collettive e in rassegne nazionali in varie città fra cui Reggio Emilia, Modena, Milano, La Spezia e Londra.
Nel 2004 vince il Premio Suzzara nel 2011 una sua opera è finalista del Premio della Critica del concorso “Artisti in Mostra” manifestazione evento collaterale del Mercanteinfiera aggiudicandosi il premio dei Galleristi.

Artista parmigiano, Terenziani è un abile conoscitore della materia, in particolare delle resine, ma anche polveri, colori, stucco o gesso, con cui plasma e crea le sue opere.
Nel 2001 partecipa alla sua prima mostra d’arte “Artisti in fiera”, dopo una lunga e solitaria pratica pittorica intesa come sperimentazione di tecniche e ricerca individuale e da allora ha preso parte a diverse collettive, personali e fiere d’arte fino all’ultima mostra “di Terra e di Sogno” alla galleria ART&CO di Parma che ha accolto i suoi ultimi lavori con entusiasmo.
La luna, nei versi dei poeti come nelle opere d’arte, ha avuto sempre il potere di comunicare una sensazione di leggerezza, di sospensione, di silenzioso e calmo incantesimo. Una luna nera veglia sui paesaggi di Andrea Terenziani creando le medesime emozioni ed investendoli, quasi a specchio, di un’atmosfera e di una luce lunare, leggera e magica.
L’uso prevalente dei colori della terra crea un contrasto con gli skyline urbani, che possono indistintamente mostrare cattedrali o torri, fari, fabbriche o grattacieli: tali orizzonti sono dunque lontani dall’essere spiccatamente figurativi, vengono ogni volta evocati, fanno quasi da sfondo ad un sogno, in cui le forme possono essere sovrapposte o solo sfumate.
Le città di Terenziani sono universali, fuori dal tempo e dallo spazio, potrebbero trovarsi ovunque sulla terra, creano l’immagine della metropoli senza indicarne nemmeno una: lo spettatore può così incontrare ogni volta un luogo diverso, un diverso ricordo o un’atmosfera nuova.
Ci troviamo di fronte al racconto di un viaggio, i mondi di Terenziani sono luoghi della mente che nascono però da elementi reali, quali viaggi, sensazioni, idee o persone che vengono scomposti dall’artista e ricostruiti nelle sue opere.